Jane Eyre

Charlotte Brontë

Jane Eyre è un’orfanella che, affidata in custodia a una ricca zia che la odia, è costretta a sopportare la solitudine e la crudeltà dei cugini. La sua infanzia difficile rafforza in lei l’indipendenza e la naturale forza d’animo che vengono messe alla prova quando trova lavoro come istitutrice presso il conte di Rochester, a Thornfield Hall. Quando i suoi sentimenti per Rochester si sviluppano, Jane scopre gradualmente il terribile segreto nascosto fra le mura Thornfield Hall, e ciò la costringe a fare una scelta dalla quale dipenderà tutto il corso della sua vita. Romanzo gotico per la potente simbologia delle ambientazioni, melodramma, fiaba vittoriana e falsa autobiografia, questo romanzo polimorfo non solo eleva la figura di un’istitutrice al rango di eroina romantica, ma crea, insieme al conte di Rochester, cavaliere nero, un mito letterario. Rochester, infatti, fonde abilmente in sé i tratti del villain del romanzo gotico e quelli dell’eroe Byroniano e ciò lo rende fatalmente irresistibile. Un romanzo potente e carico di intrighi, che da sempre affascina i lettori anche per la sua appassionata rappresentazione di una figura femminile in cerca di pari di diritti e libertà.

ISBN: 9788898790586

Collana: I Grandi Classici del Romanzo Gotico

Tipologia: ebook

Prezzo: €1,99

In quel giorno era impossibile passeggiare. La mattina avevamo errato per un'ora nel boschetto spogliato di foglie, ma dopo pranzo (quando non vi erano invitati, la signora Reed desinava presto), il vento gelato d'inverno aveva portato seco nubi così scure e una pioggia così penetrante, che non si poteva pensare a nessuna escursione. Ne ero contenta. Non mi sono mai piaciute le lunghe passeggiate, sopra tutto col freddo, ed era cosa penosa per me di tornar di notte con le mani e i piedi gelati, col cuore amareggiato dalle sgridate di Bessie, la bambinaia, e con lo spirito abbattuto dalla coscienza della mia inferiorità fisica di fronte a Eliza, a John e a Georgiana Reed.
Charlotte Brontë
Jane Eyre